Domenica 8/9 ci vediamo (in bici) a casa dell'Ariosto

Domenica 8 settembre è il compleanno di Ludovico Ariosto.

La Circoscrizione Nordest, nell’ambito di Restate è nei parchi, con la collaborazione dell’associazione Eutópia – Rigenerazioni territoriali e del Centro Documentazione Storica di Villa Cougnet ha messo a punto presso il Mauriziano una giornata ricchissima di eventi, visite e narrazioni: si apre alle 9 del mattino con Giralastoria, storico appuntamento in bicicletta che si avvale dell’esperienza della Federazione Italiana Amici della Bicicletta, per terminare a sera con il classico concerto proposto da Hirmos.

Ecco una descrizione del programma della giornata.

Ore 9:00, ritrovo all’ingresso del Il Mauriziano. Giralastoria riprende il suo filo tra acque e castelli: dal parco del Rodano (Giardino delle piante officinali) al parco del Modolena e del Quaresimo, lungo 30 chilometri dolci, passando per la Reggia di Rivalta (possibilità di pranzo e Villa Levi a Coviolo).

Il ritorno è previsto entro le ore 17:00, quando al Mauriziano già avranno cominciato le letture per bambini a cura dei volontari di “Nati per leggere” e della Biblioteca di Santa Croce. Nel frattempo, disposti nel cortile antistante i fabbricati storici, dal pomeriggio e fino a sera, sette produttori offriranno all’attenzione (e all’assaggio) dei partecipanti altrettanti prodotti “al chilometro giusto” (olio, vino, aceto, polenta, miele, e parmigiano).

Alle 17:30 è previsto l’avvio di un seminario che sin dal titolo – “Sì caro all’Ariosto. E a noi?” – intende fare il punto sullo “stato dell’arte” circa la ricezione dell’Ariosto e la presenza del Mauriziano nel paesaggio culturale di Reggio Emilia: interverranno gli storici Antonio Canovi e Carlo Baja Guarienti, la presidente di Eutópia Sandra Palmieri, gli amministratori Roberta Pavarini (Circoscrizione Nordest) e Girolamo Calò (Circoscrizione 1-Ferrara, dove è sita l’abitazione del poeta).
Nel contempo sarà visitabile la mostra permanente (riallestita per l’occasione) dedicata al sito geostorico del Mauriziano e alla figura dell’Ariosto curata dal Centro Documentazione Storica di Villa Cougnet; vi si affiancherà una seconda mostra a carattere storico e memoriale curata dagli appassionati volontari che al sito medesimo (con il supporto de “Il Gabbiano”) prestano opera costante di manutenzione.

Alle 19:00, da non perdere, la visita guidata con Vida Borciani di Eutópia.

Seguirà un rinfresco, a cura della Circoscrizione, con prodotti di qualità offerti da Unipeg per allietare la ghiotta (è il caso di dirlo) occasione.

Non è finita. Il concerto serale (ore 21:00) proposto da Hirmos prevede musiche di Vivaldi, Händel, Geminiani, Gabrielli, Bach suonate da Marco Ariani (violoncello) e Marcello Rossi (clavicembalo).

Come ha scritto la studiosa Aurelia Fresta:

«Tra i luoghi della sua vita, il Mauriziano è uno dei monumenti più significativi per chi voglia osservare da vicino la sensibilità del poeta e comprendere ciò che unisce il suo estro creativo alla mentalità dell’epoca. La citazione nella satira IV, diretta al cugino Sigismondo Malaguzzi e scritta nel 1523 quando il poeta, su incarico di Alfonso d’Este, rivestiva il governatorato della Garfagnana, rimpiangendo una precisa età della sua esistenza sviluppa, intorno al Mauriziano, il tema del luogo ideale, ricco di affetti e memorie, che influenzò la formazione dell’artista come simbolo dell’ambiente famigliare, del ceto sociale in cui si sviluppò la sua educazione, della vita culturale che vi si svolse per volontà dei Malaguzzi».

Buon compleanno, Ariosto!

Altri post collegati:

Lascia un commento

 

 

 

Puoi usare questi tag Html

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>