Esplorazione geostorica agli scaricatori del Rodano

Nel pomeriggio di sabato 15 ottobre – con appuntamento alle ore 16:00 presso il piazzale della chiesa di Gavasseto (via Muti) – il Centro di documentazione storica di Villa Cougnet organizza insieme al Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale una singolare esplorazione geostorica con destinazione gli “scaricatori del Rodano”.

Si tratta di un luogo assai suggestivo, alla confluenza tra il Canale di Secchia e il torrente Rodano, quanto poco conosciuto: posto tra Gavasseto e Fogliano, in prossimità del ponte ferroviario Reggio-Sassuolo, vi si accede per uno stradello posto su via Anna Frank.

Questi scaricatori hanno una storia poco men che millenaria, in quanto furono costruiti per immettere – alla bisogna – le acque del Secchia nell’alveo del Rodano. Rappresentano pertanto una vestigia significativa dell’epoca comunale, quando Reggio Emilia assunse per la prima volta il ruolo di capitale di un distretto territoriale, realizzando al contempo – grazie al preziosissimo apporto di acque che gli garantiva il nuovo Canale di Secchia – la propria “rivoluzione urbana”, tuttora riconoscibile nella forma esagonale conservata dal centro storico (la “mandorla a sei fazze”, nella cronica cinquecentesca di Tommasino Lancillotti).

Alcune immagini delle opere idrauliche del Canale di Secchia
Foto a cura di Sergio Barbieri e Corra foto (Flickr.com)

Canale di SecchiaSabbioneCanale di SecchiaRuota a coloriRuota a coloriCanale di SecchiaCanale di SecchiaSan Biagio di Correggio - Cavo TresinaroCanale di Secchia - Spqr

Canale di Secchia, la nostra galleria su Flickr.

Ad attendere gli esploratori geostorici vi sarà il tecnico della Bonifica Gaetano di Mauro, il quale – moderno “dugarolo” – illustrerà le funzioni attuali del Canale di Secchia.
L’esplorazione si colloca infatti nell’ambito di un progetto didattico-culturale volto a documentare nel tempo presente siti e memorie dell’acqua attraverso la conduzione di interventi a carattere storico e naturalistico presso le scuole primarie e secondarie inferiori site nel territorio comunale attraversato dal Canale di Secchia.
Acque in Comune è il titolo – quanto mai esemplificativo: le acque vi sono riconosciute come il bene comune primario – scelto per questo progetto. Ne sono promotori le Circoscrizioni Nordest, Sud e Città Storica in stretta sinergia con il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale.

Altri post collegati:

Lascia un commento

 

 

 

Puoi usare questi tag Html

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>