La gente pensa e cambia

Continua a leggere 

La video inchiesta di un quartiere popolare che sta cambiando rapidamente, insieme ai suoi abitanti, chi vi ha fissato la residenza, chi lo fruisce temporaneamente come domicilio di studi.

La camera scorre lungo le strade e i muri disegnati, annota i segni del mondo attorno, ne restituisce la dimensione implicita. Nel flusso delle cose che cambiano emerge, diffusamente, una domanda di memoria: al racconto dei palazzi sconciati dalla speculazione presente si affianca quello delle case ferite dai bombardamenti del luglio 1943.

Sotto il selciato, a San Lorenzo, le memorie: individuali, collettive, persistenti. Come fare per rappresentarle, e restituirle, nel tempo presente? La camera sosta, a più riprese, dentro la Casa della Partecipazione. Facce attente. Cittadini del quartiere, sindacalisti, urbanisti, amministratori del Municipio.
L’Anpi di San Lorenzo presenta lo stato attuale del progetto di Casa della Memoria: un sogno corale di cui si è fatta, negli anni, strenua partigiana.

La camera riprende a muoversi e a registrare “nel” vissuto del quartiere, dove ricordi e sogni s’intrecciano e si sostengono vicendevolmente. Chi abita nei luoghi, intervistato, lo rivendica esplicitamente: di quei luoghi si sente custode, testimone e cittadino partecipe, per dirla con Morin, abitante-autore.

La gente pensa e cambia, le cose, cominciando dai luoghi che sente prossimi e cari.

La gente pensa e cambia
Documentario (2015, durata 22’20”)
Regia: Antonio Canovi

Idea: Andrea Allamprese, Anpi – Sezione San Lorenzo
Riprese: Daniele Martinis
Montaggio e immagini di repertorio: Luigi Celebre
Musiche: il coro che si ritrova al Cinema Palazzo, con la maestra Chiara Casarico
Produzione: Anpi – Sezione San Lorenzo
Patrocinio: Regione Lazio
Lingua: italiano

Altri post collegati:

Commenti non disponibili.