Mancasale-Palestina, murales di pace

Mancasale e la Palestina si daranno la mano a cavallo di un muro colorato. Amicizia e solidarietà ribadite nel corso della Giornata dei diritti umani tenutasi a Reggio Emilia lo scorso 17 dicembre, occasione nella quale è stato gradito ospite della città di Reggio Emilia il rappresentante della Missione diplomatica palestinese per il Nord Italia, Hani Gaber.

Nella tavola rotonda a margine dell’evento, il Console palestinese ha espresso il suo personale apprezzamento per quanto la comunità reggiana sta facendo, anche a partire dai quartieri, sul tema della pace, del rispetto della dignità della persona umana e della convivenza civile tra culture differenti.
Ha poi descritto la situazione di indicibile sofferenza del popolo palestinese cui sono negati i principali diritti, dall’approvvigionamento idrico alla mobilità; donne, anziani e bambini hanno difficoltà a spostarsi anche per raggiungere i luoghi di cura; muri alti 9 metri, invalicabili, impediscono di muoversi in un fazzoletto di terra che da troppi decenni anela la pace ma versa in stato di segregazione.

L’intervento appassionato di Gaber è stato applaudito anche dal magistrato Giancarlo Ruggeri e dagli altri partecipanti alla commemorazione dei Martiri di Villa Sesso, avvenuta domenica 18 dicembre in occasione dell’anniversario delle rappresaglie fasciste nella frazione.

La visita del Console ha toccato i luoghi più significativi della città e della Circoscrizione Nordest concludendosi con l’incontro presso la Cooperativa Case Popolari di Mancasale e Coviolo dove Hani Gaber ha potuto vedere i murales dipinti sulle case.
Da questa esperienza culturale sono infatti partiti i contatti per portare gli stessi artisti che hanno lavorato per la cooperativa di abitazione in Palestina per colorare la scuola dell’infanzia e il centro donne del villaggio di Seilat al Daher intitolata a Giuseppe Carretti.

Altri post collegati:

1 commento a Mancasale-Palestina, murales di pace

  • Giovanni Pellegrini

    I Palestinesi non hanno approvvigionamento idrico?? E come si spiegano i resort a 5 stelle con piscine; le ville dei capi di Hamas, sempre con piscina; i parchi acquatici? QUesto argomento FALSO ha costretto il Presidente del Parlamento Europeo Schultz a chiedere pubblicamente SCUSA alla Knesset, dove ha ammesso di aver accettato come veri, senza alcun senso critico, delle denunce rivelatesi menzognere di fonte palestinese e di ONG prezzolate.
    I muri alti 9 metri non impediscono la circolazione, ma hanno impedito – da quando il muro è stato costruito – lo stillicidio di attentati dinamitardi pressoché quotidiani! Per quanto riguarda la pace, spero che abbiate sollecitato al vostro ospite il riconoscimento dello Stato di Israele e il partecipare a serie e bilaterali trattative di pace, altrimenti è tutta propaganda di stampo goebbelsiano.

Lascia un commento

 

 

 

Puoi usare questi tag Html

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>