Prendere l'uscio

“Prendere l’uscio” è un gioco di parole, un pretesto per un ultimo racconto sulla Grande Fabbrica della città.

In effetti, abbiamo preso un uscio: nel senso che ce lo siamo proprio procurato (regolarmente, beninteso). Per il nostro ristrutturando Atelier Bligny serviva infatti un’adeguata soglia d’accesso: fedeli alla pratica rigenerativa, lo scorso 23 ottobre siamo quindi rientrati alle ex “Reggiane”, per asportare un vecchio portone scorrevole dai capannoni posti su viale del Partigiano.

Feticismo dieselpunk? Certo, perchè no. Ognuno, in fondo, ha le sue debolezze.
Ma questo ingombrante souvenir, grazie alla creatività di Alessandro Ardenti e Roberto Nasi, non finirà i suoi giorni come soprammobile. Anzi, la (ben più che concreta) metempsicosi che gli offriamo potrebbe riservargli un destino migliore di quello di altri tesori trafugati dai “tombaroli ufficiali” nel santuario archeo-industriale dell’Area Nord…

Nella stessa mattinata, abbiamo preso l’uscio… nel senso che ci siamo proprio tolti di torno.
Abbiamo varcato, probabilmente per l’ultima volta, il cancello su via Agosti. Oltre le sue sbarre stanno ricomponendo un cadavere, la nostra presenza è inopportuna. O meglio, sgradita.
Sgradita non tanto a chi, quella mattina, ci ha rimproverati per la nostra irrequieta curiosità (adducendo ragioni anche più che legittime), piuttosto a chi in varie occasioni ha voluto farci capire che noi (e ciò che modestamente tentiamo di rappresentare col nostro lavoro) non siamo invitati alla festa.

Dispiace per com’è finita, dispiace per tante cose. Una di queste è il continuo esercizio di arroganza con cui si è progressivamente ottenuta la nostra rimozione forzata.
Noi avevamo soltanto la piccola ambizione di continuare a raccontare una storia importante, senza preclusioni verso niente e verso nessuno.
Chi invece ha imposto una recinzione della memoria in un’area Vip si prenderà la grande responsabilità di quanto ha deciso.

“Prendere l’uscio” è un instant-movie che documenta con mezzi approssimativi una mattinata di lavori. Rivela (con l’aiuto di queste righe) anche mesi e mesi di pensieri ed è stato “fatto su” in fretta e furia perchè quei pensieri a noi non stavano più dentro.
Buona visione.

“Prendere l’uscio” sul nostro canale Vimeo e sul nostro canale YouTube

“Prendere l’uscio” (2012), 9′ 35″
di Daniele Castagnetti
Riprese e montaggio: Daniele Castagnetti
Musica: Blake Calmingtone ed Electro-Smog
Produzione: Cds – Villa Cougnet / Atelier Bligny

Altri post collegati:

3 commenti a Prendere l’uscio

Lascia un commento

 

 

 

Puoi usare questi tag Html

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>