La squadra di Galileo

Come si riesce ad essere felici anche quando si perde una partita? Lo racconta “Eppur si muove – La squadra di Galileo”, il lungometraggio sui 50 anni della Polisportiva Galileo, raccontata dai protagonisti di questo mezzo secolo di attività.

Il video-documentario è stato realizzato dalla Fondazione per lo Sport del Comune di Reggio Emilia, a cui la Galileo aderisce, e si inserisce nel progetto editoriale “Tempo – Piccole e grandi storie”, pensato anche per consegnare alla coscienza della città il valore, troppo spesso anonimo e silenzioso, delle società sportive.
Quella della Galileo è un’esperienza esemplare, un racconto corale di una comunità (quella particolarissima delle Cooperativa Case Popolari) che fa anche sport e di successo.

“Eppur si muove – La squadra di Galileo”

La Polisportiva Galileo nasce il 3 marzo 1964 prendendo origine dal Circolo Giovani Cooperatori di Santa Croce Esterna, che già dai primi anni ’50 aveva iniziato a svolgere attività sportiva. In quell’anno ricorreva il 400° anniversario della nascita di Galileo Galilei (1564-1642) ed in onore al grande scienziato, difensore della libertà di pensiero, venne intitolata la Polisportiva.

La storia della Galileo è stata espressione di diverse discipline sportive: hockey a rotelle, ciclismo, pattinaggio, pallavolo maschile, calcetto ma soprattutto triathlon, pallavolo femminile e calcio, discipline sportive che ancora oggi ottengono consensi e risultati importanti.

La Polisportiva ha avviato allo sport di buon livello centinaia di giovani atleti.
Nella disciplina del calcio l’attività si sviluppa a partire dalla scuola calcio, poi in tutte le categorie giovanili. La collaborazione con altre storiche società dilettantistiche reggiane produce notevoli sinergie che consentono di ampliare la scuola calcio, di qualificare il settore giovanile e di presentare una squadra altamente competitiva in categoria.

La sezione triathlon, con un tosto gruppo di atleti, partecipa a tutte le manifestazioni nazionali.

La pallavolo femminile, con il marchio Giovolley, si caratterizza per la fiorente attività giovanile e di promozione sportiva. A partire dai centri di avviamento in città e in provincia, Giovolley è presente con proprie formazioni in ogni categoria giovanile e con le squadre maggiori nei campionati regionali e nazionali.
La bacheca la Società vanta un titolo nazionale in categoria under 14 nel 1993/94, ma ogni anno una formazione giovanile raggiunge le fasi finali regionali o nazionali.
La particolare attenzione allo sviluppo del settore giovanile ha consentito a numerose atlete di partecipare a stage e a manifestazioni delle nazionali italiane, pre-juniores e Club Italia: fra queste Francesca Ferretti, cresciuta nel vivaio Giovolley, nazionale alle Olimpiadi di Atene (2004) ed ancora oggi palleggiatrice di livello internazionale.

Dal 1977, la Polisportiva ha legato la sua storia al Circolo Arci “Galileo”. Unendosi con il circolo Arci “Pistelli”, nel settembre 2006, è stato generato il Circolo “PiGal” (acronimo di Pistelli e Galileo).

Altri post collegati:

Lascia un commento

 

 

 

Puoi usare questi tag Html

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>