Il Centro di Documentazione Storica

Il Centro di Documentazione Storica di Villa Cougnet genera dall’esperienza costruita nell’ex Circoscrizione 7 (ora Nordest) intorno al progetto Educa il Luogo. Il progetto è nato a cavallo del millennio nel vivo della sperimentazione didattica promossa dall’Istituto Comprensivo “Galilei”, con la finalità dichiarata di voler costruire/promuovere una cittadinanza attiva e condivisa in un’area urbana investita da una rapida e continua trasformazione.

Le “buone prassi” introdotte allora sono state l’adozione del metodo della ricerca geostorica, rivolta a creare nuovi modi di appaesarsi nel tempo e nello spazio: la possibilità, cioè, per ciascuno di riconoscersi come soggetto portatore di una storia che va ascoltata, compresa e narrata attraverso una tensione che ci piace definire etica della trasformazione.
Prima Educa il Luogo e poi il Cds si sono fatti esperienza e cammino dentro il tempo presente, abitando quella lacuna tra passato e contemporaneità, testimoniando ed interpretando il cambiamento di un contesto sociale in transizione.

L’attenzione rivolta alla “tracciabilità” delle memorie storiche (che caratterizzano questo contesto in particolare) e l’impegno “sul campo”, confermano che il Cds non opera analisi a tavolino. Proprio la mole dei materiali assemblati durante le attività laboratoriali di Educa il Luogo e la crescente attenzione posta nei confronti della documentazione ha fatto ora decidere per la creazione di un nodo reticolare di cui erano ormai in diversi – tra collaboratori e amici – a lamentare la mancanza.
Il progetto del Cds nasce sotteso da una logica federativa e come work in progress.

Nell’ambito delle sue iniziative, il Cds ha attivato nuove modalità di partecipazione, percorsi di conoscenza e interpretazione dei mutamenti in atto nel territorio, proponendosi come:
– luogo di riconoscimento culturale e di valorizzazione della memoria
– ambito di raccolta e scambio, che per la scuola assume anche il senso di aula decentrata in cui sperimentare una diversa pratica della cittadinanza e dell’arricchimento dell’offerta formativa
– spazio laboratoriale e di ricerca per la promozione di competenze atte a fondare cittadinanza

Il Cds si colloca in una prospettiva di riconoscimento e tutela attiva e partecipata del patrimonio urbano diffuso, e non in quella di “musealizzazione” del territorio.
L’ottica di riferimento che guida il progetto è quella che ha ispirato la nascita degli Ecomusei Urbani presenti in Europa e in particolar modo guarda all’esperienza di Torino, oggetto di una specifica indagine conoscitiva diretta effettuata nel giugno 2007.
L’orientamento è quello di radicare nel territorio e tra le generazioni una specifica competenza dell’abitare, proponendo di attivare percorsi di conoscenza e interpretazione delle trasformazioni in atto nei luoghi in cui si vive e si lavora. Si intende inoltre produrre una riflessione sul tema dello sviluppo delle periferie, trasferibile anche al resto della città.
E’ forte la convinzione che a Reggio, città che ha prodotto moltissimo sotto il profilo educativo come della ricerca storica, vi siano ora le condizioni materiali per intraprendere un cammino ugualmente consapevole della transizione in corso.

Il Cds non si identifica solo all’interno dei propri spazi: vuole invece stabilire un legame dialettico e di collaborazione con istituzioni, scuole, associazioni, realtà aggregative e singoli cittadini.
Aprendosi in modo diffuso al territorio, contaminando (e contaminandosi con) altre realtà ed altri spazi urbani e abitativi, il Cds modula il proprio agire in un’ottica di interscambio culturale e sociale, già sperimentata con efficacia e soddisfazione in questi anni.

Nel 2009, il Cds ha deciso di dotarsi di un proprio sito Web: l’intento è quello di presentare e rappresentare, attraverso immagini e parole, il patrimonio sociale e culturale del territorio, rendendo conoscibili e fruibili via Internet le proprie attività, le proprie ricerche e i propri materiali (tesi di laurea, repertori iconografici, documenti cartacei, mappe, materiali espositivi di mostre, progetti ed elaborati prodotti dalle scuole).

Centro di Documentazione Storica – Villa Cougnet
Via Adua, 57 – 42124 – Reggio Emilia (visualizza su Google Maps)
telefono: 0522.585596
fax: 0522.516695

Orari di apertura
– dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00
– il sabato dalle ore 9:00 alle ore 12:45
– il martedì pomeriggio dalle ore 15:00 alle ore 17:30
– accesso guidato per gruppi e scolaresche su appuntamento (tel. 0522.585596)

Come raggiungere il Cds di Villa Cougnet