Progettare memoria, fare cittadinanza

Il 27 gennaio è il Giorno della Memoria, ma Eutópia di giornate della memoria è pronta ad offrirvene ben tre.

“Progettare memoria, fare cittadinanza” è un lungo percorso di appuntamenti, che si svilupperà appunto per 55 ore (quasi consecutive), dal pomeriggio si sabato 25 fino alla serata di lunedì 27. Come ormai consuetudine, molto ruoterà attorno al principale baricentro costituito dall’Atelier Bligny (in via Bligny, 52 – Reggio Emilia), con qualche interessante diversione in direzione di altri […]

Giovani, migrazioni e viaggi con le memorie

Dopo il volume “L’Emilia nel cuore dell’Europa” (Unicopli, 2012), arriva “Un po’ più in là dello stereotipo”.

Sempre muovendoci nella geografia migratoria tra Italia (Emilia, in particolare) e Belgio, ecco un docufilm montato a partire dai materiali girati “in viaggio” dagli studenti dell’Istituto per Geometri “Guarini” di Modena.

Lo vedremo e ne discuteremo a partire dalle 15:30 di giovedì […]

Sfogliare le storie dell'Emilia migrante

A due anni dal convegno di Modena, il progetto L’Emilia nel cuore dell’Europa chiude la propria fase di ricerca: l’esito di questo percorso è compreso nelle 378 pagine del libro omonimo, curato da Lorenzo Bertucelli e pubblicato solo pochi giorni fa da Unicopli.

Un percorso di ricerca, dicevamo, che è una narrazione complessiva del fenomeno emigratorio emiliano: un contesto locale dove, analogamente a quanto accaduto in altre parti d’Italia, lo spostamento di grandi masse di persone verso l’estero […]

Cuori nel pozzo

Due anni fa, tramite il progetto L’Emilia nel cuore dell’Europa, ci eravamo confrontati con la vicenda dell’emigrazione emiliana del secondo Dopoguerra, quella diretta verso le miniere di carbone del Belgio.

Il lavoro del minatore era un’attività ormai rifiutata dalla popolazione locale, perfino da lavoratori sulla soglia della disoccupazione. Non dagli emigranti che vi venivano indirizzati sulla base di precisi accordi speculativi tra i governi. […]

Migrazioni. Emilia, una regione di mezzo

Si è considerata a lungo l’Emilia-Romagna una regione non migratoria. Eppure, nel corso della storia unitaria, le partenze documentate hanno superato la quota del milione di unità.

Chi sono questi emigranti? I primi a partire sono uomini, soli o in squadra, i quali scendono dall’Appennino o muovono dai paesi di pianura con l’idea di vendere le proprie braccia “temporaneamente”, in lavori agricoli e forestali, nell’edilizia, nel fondo delle miniere, oppure lungo le ferrovie di mezzo mondo. […]

L'Emilia nel cuore dell'Europa

Rileggere le vicende (e la rappresentazione) dell’emigrazione e del lavoro emiliano in Belgio. E’ quanto si propone il convegno L’Emilia nel cuore dell’Europa, in programma a Modena nei giorni giovedì 21 e venerdì 22 ottobre 2010, a cura dell’Università di Modena e Reggio Emilia.

L’Europa unita nasce sullo sfruttamento (e anche sulle tragedie) del lavoro in miniera. E in miniera c’è anche un po’ di Emilia, a forgiare il cuore di carbone e acciaio della nuova Comunità.  […]

Gli anni '50 alle ''Reggiane'' visti da Renato Losi

Si parla ancora di “Reggiane” al Cds di Villa Cougnet. Dopo la presentazione dello scorso 19 dicembre, prosegue (e resterà aperta sino alla fine di gennaio) la mostra fotografica Quei lunghi anni ’50: gli scatti di Renato Losi alle Nuove Reggiane.

Nel pomeriggio di mercoledì 20 gennaio, presso la Sala degli Affreschi di Villa Cougnet, si è inoltre tenuta una tavola rotonda a carattere informale tra studiosi e appassionati della vicenda storica delle “Reggiane”, alla quale hanno partecipato: Giorgio […]